martedì 29 ottobre 2013

Il lunedì mattina ed il Mercato di Porta Palazzo.


Flickr: photo by Luciano Querin

Da un po' di tempo a questa parte il lunedì mattina mi reco al Mercato di Porta Palazzo, uno dei mercati più grandi d'Europa.
Con il mio carrello della spesa in stile vecchia nonnina  ma dal colore poco rassicurante (rosa fluorescente), percorro a piedi 8 km, tra andata e ritorno.
Una piacevole passeggiata, spesso da sola, un raro momento della settimana privo di impegni che trasformo in una vera e propria cura per la mente.
Prima di avventurarmi tra le varie bancarelle di frutta e verdura mi fermo al solito bar per il solito cappuccino.
Due chiacchiere e comincia il mio percorso tra colori, odori, profumi, lingue diverse e caos totale.
Io adoro questo luogo, mi fa sentire altrove.
Lontano.
Mi è congeniale, riesco a pensare nonostante il frastuono e le voci, differenti ma uguali.
Puoi acquistare di tutto, dalle spezie orientali ai prodotti a chilometro zero delle aziende agricole locali.
Menta del Marocco e porcini nostrani.
Chador e coppole.
Mille culture e suoni in un connubio perfetto.
E' il mio posto.


Nessun commento: