martedì 30 settembre 2014

Lost and found •

Braccata, catturata e infine coinvolta.
La lunga serie di catene che imperversano sui social (uno solo, Facebook) mi ha colpita ed affondata.
Richieste infinite di liste: artisti, libri, dischi, stilisti, illustratori, ecc... 
I miei preferiti.
Dieci, solo dieci per ogni singola lista.
Troppo pochi.
Mi sono dunque concentrata (mai termine è stato più appropriato) sulle liste più comuni, quelle riguardanti i gusti musicali ed i libri.
Ed il risultato è questo.
Charles Bukowski
• Alta fedeltà - Nick Hornby (+ tutto Nick Hornby)
• Follie di Brooklyn - Paul Auster (+ tutto Paul Auster)
• La versione di Barney -  Mordecai Richler
• Post Office - Charles Bukowski (+ tutto Bukowski)
• Il fuggiasco - Massimo Carlotto (+ tutto Carlotto)
• Il piccione - Patrick Süskind
• Satori - Don Winslow (+ tutto  Winslow)
• L'inverno di Frankie Machine - Don Winslow (+ tutto  Winslow)
• Il ritorno delle gru (Shibumi) - Trevanian
• Norvegian Wood  (Tokyo Blues) -  Haruki Murakami (+ tutto Murakami)
• Chiedi alla polvere - John Fante (+ tutto Fante)
• Il Budda delle periferie - Hanif Kureishi (+ tutto  Kureishi)
• 1984 - George Horwell
• Push - Sapphire

E tanti, tantissimi altri.

Per quanto riguarda la musica tutto si complica.
Ho dei gusti schizofrenici, sono capace di alternare l'Opera con i The Prodigy.
Di conseguenza segnerò solo i nomi di chi amo ascoltare con frequenza, se possibile...
                                       
Thom Yorke
• Depeche Mode
• David Bowie
• The National
• Radiohead & Thom Yorke
• Vinicio Capossela
• R.E.M.
• The Smiths &  Morrissey
• Björk
• Antony and The Johnsons
• John Talabot
• Talking Heads & David Byrne
• Massive Attack
• Four Tet

E tanti, tanti, tanti altri.
Ora basta, sono sfinita.


Nessun commento: