martedì 20 maggio 2014

Salone Internazionale del Libro 2014 Parte 2°

Come annunciato nel post precedente, la seconda giornata in fiera  me la sono dedicata.
Infatti, senza prole e distrazioni varie, sono riuscita a rispettare alcuni degli impegni segnati in agenda.
La mia agenda, ovviamente.
Tra tutti ne segnalo due, i miei preferiti.

Il primo in ordine di orario è stato la lettura scenica dell'ultimo romanzo di Massimo Carlotto, Il mondo non mi deve nulla, con la bravissima attrice Anna Bonaiuto e l'autore stesso impegnati  a dar vita ai personaggi ed a descrivere la genesi letteraria.
Sottofondo musicale dal vivo del sassofonista Maurizio Camardi.
Tutto perfetto. Favoloso.
A lettura terminata mi sono commossa sicché ho pensato: le cose son due cara mia,  o sei depressa o la performance ha superato le aspettative.
Ho optato per la seconda e sono andata ad acquistare il libro che stranamente non avevo ancora tra le mani nonostante Carlotto sia uno dei miei autori preferiti.
E come giusta punizione questa volta niente autografo.
Non anticipo la trama, solo i protagonisti: un ladro sfortunato ed una croupier tedesca.

Le fotografie sottostanti sono tratte dalla pagina Facebook di Massimo Carlotto

Massimo Carlotto
Anna Bonaiuto
Maurizio Camardi

Il secondo appuntamento è stata la presentazione del libro  Unastoria  di Gipi, fumettista che seguo da sempre con immenso piacere ed interesse e che avevo visto anche lo scorso mese di dicembre presso il Circolo dei Lettori ( post ), splendidamente intervistato da Matteo Caccia.
Sono passati cinque anni da La mia vita disegnata male e Gipi  è tornato con un nuovo capolavoro, una storia struggente, poetica ed ossessiva raccontata in maniera sublime.
E dalle immagini perfette.
Inoltre Unastoria è la prima graphic novel candidata al Premio Strega e la cosa ha dell'incredibile.
Volete conoscere la trama?
Voilà: http://www.coconinopress.it/una-storia.html
Per quanto riguarda l'intervista invece non dico nulla, è impossibile  per me riprodurre e trasmettere nero su bianco cotanta simpatia, brillantezza e sensibilità.
Per giunta con l'accento toscano!
Impossibile.
Cercate i video.
O seguitelo.

Gipi  Ⓒ Matteo Parlanti





lunedì 19 maggio 2014

Salone Internazionale del Libro 2014 - Parte 1°

Lo so, gestisco male il mio tempo: 
La  XXVII Edizione del Salone del Libro di Torino  è terminata da una settimana ed io mi accingo solo ora a scrivere un piccolo e personale report al riguardo diviso in due parti.
Piccolo perché il post è presto risolto: a me il Salone del Libro piace.
Mi piace sempre tanto, nonostante la visibile crisi del settore, gli stands delle case editrici sempre più ridotti, le code, la mancanza di self-service o bar decenti per mangiare, ecc...
Il programma è sempre interessante e spesso faccio fatica  a seguire tutti gli appuntamenti segnati in agenda.
Dunque sono costretta a selezionare.
In perenne ricerca della giusta storia e delle illustrazioni perfette, non potevo esimermi dal dedicare un'intera giornata all'editoria per i ragazzi e l'infanzia e tra i vari libri acquistati eccone  alcuni dedicati alla piccina di casa.

Consiglio due note case editrici, Edizioni Clichy e Corraini Edizioni.

Per mia figlia (che ha quattro anni) ho scelto:


Apri questo piccolo libro
Testi: Jesse Klausmeier
Illustrazioni: Suzy Lee
Corradini Edizioni
Apri questo piccolo libro e dentro ne troverai un altro, 
un altro ed un altro ancora, dalle dimensioni sempre più piccole. 
Bella la grafica, bella l'idea.


Cosa non va in questo libro?
Testi e illustrazioni: Richard McGuire
Corradini Edizioni
Bellissimo. Un libro che si può leggere in tutti i modi, persino al contrario! 
Pagine bucate, illusioni ottiche, figure dalle mille identità.
Sorprendente.


Rosa Luna e i lupi
Testi e illustrazioni: Magali Le Huche
Edizioni Clichy
La romantica storia della cantante Rosa Luna che,
 con la sua splendida voce,
 ammaliava i lupi  del bosco ma non gli abitanti del paese dei Noncontenti.


Il ladro di calzini
Testi e illustrazioni: Marie Paruit
Edizioni Clichy
La buffa storia di una famiglia bizzarra, quella di Marius, 
capitanata da un papà inventore alle prese con un misterioso ladro di calzini.


Alla prossima!

venerdì 16 maggio 2014

A casa di Cindy: la mia wishlist del venerdì!



Certe collaborazioni dovrebbero nascere sempre così, con una persona gentile che fa la proposta ed una arcigna che le risponde se per caso è impazzita.
Potrebbe sembrale surreale ma è esattamente quello che è successo tra me e Cinzia quando mi ha proposto di partecipare con una mia personale wishlist alla sua ormai stra-famosa rubrica.
Mi sono immediatamente resa conto di non essere la persona adatta a stilare una lista di desideri perché ne ho molti e tutti irrealizzabili, lo so per certo.
Cinismo romano.
Dunque, che la lista dei desideri abbia inizio...